allarme-per-l’”influenza-del-pomodoro”,-gia-80-casi-accertati-tra-cui-molti-bambini

Allarme per l’”influenza del pomodoro”, già 80 casi accertati tra cui molti bambini

Potrebbe presto diventare un problema di salute pubblica. I media indiani stanno indagando da alcuni giorni su questa strana epidemia. L’”influenza del pomodoro” richiama in particolare la natura delle eruzioni cutanee che provoca e gli strati della popolazione che colpisce. I bambini non vengono risparmiati: più di 80 casi di “influenza del pomodoro”, chiamata anche “febbre del pomodoro”, sono stati registrati in India dal 6 maggio nello stato del Kerala (sud-ovest), riporta il sito di informazioni dell’India. Questo virus infetterebbe principalmente i bambini di età inferiore ai 5 anni.

Si presenta sotto forma di eruzioni cutanee, vagamente simili a quelle del vaiolo delle scimmie: vesciche “rotonde”, “rosse”, “molto dolorose” e particolarmente “contagiose”. Tra i tanti sintomi citati dalla stampa nazionale: stato di disidratazione, forte irritazione alla bocca, febbre, nausea, vomito, diarrea e dolori articolari. Secondo i virologi, però, potrebbe trattarsi di una “nuova variante della  sindrome afta epizootica” . Questa patologia, spesso benigna, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, colpisce principalmente i bambini ed è caratterizzata dalla presenza di “vescicole” in queste tre parti del corpo.

Related Posts

Lascia un commento