allerta-massima-salute:-insetti-pericolosi-nei-pacchi-di-pasta-dal-marchio-famoso-italiano.-state-attenti

Allerta massima salute: Insetti pericolosi nei pacchi di pasta dal marchio famoso italiano. State attenti

Home > Salute e Benessere > Allerta massima salute: Insetti pericolosi nei pacchi di pasta dal marchio famoso italiano. State attenti

pasta

Lo scandalo della pasta è dietro l’angolo. Moltissime le segnalazioni arrivate nell’ultimo periodo circa diversi pacchi di pasta contaminati. In Italia la pasta è uno degli alimenti più consumati. Il nostro paese è famoso soprattutto per questo e tutti, compreso noi italiani, ci aspetteremmo la massima qualità ed il massimo rigore. I marchi presenti sul mercato sono ormai infiniti ma tutte le aziende continuano a fatturare nonostante la concorrenza. La richiesta di questo tipo di carboidrato, infatti, è sempre in crescita. Nonostante ciò, sono stati trovati degli ospiti indesiderati in diversi lotti.

La pasta è senza dubbio uno dei tratti distintivi del nostro paese. Non esiste angolo nel mondo nella quale non sia conosciuta. A dispetto di quanto si pensa, anche nel resto del mondo è un alimento molto consumato. Certamente, trattandosi della patria della pasta, l’Italia ha una relazione molto più stretta con tale alimento. La sua versatilità permette di mangiarla ogni giorno con un’infinità di diverse combinazioni possibili. Ogni regione del nostro paese infatti ha ormai una propria tipologia particolare. Basti pensare alla carbonara nel Lazio o ai tortellini in Emilia Romagna. Ultimamente però molti pastifici sono sommersi da uno scandalo.

Stando alle moltissime segnalazioni infatti, pare che in molti pacchi di pasta di noti marchi siano comparsi dei vermi, provocando uno scandalo senza antecedenti. Le tipologie di pasta sono moltissime e sui nostri scaffali c’è l’imbarazzo della scelta. Attenti però a controllare bene al loro interno: potreste trovare spiacevoli sorprese. Probabilmente le temperature troppo alte di questa estate hanno contribuito alla creazione di vermi e batteri all’interno delle scatole. Se non stiamo attenti, saremo portati a calare la pasta come da consuetudine senza dare troppo peso a quello che in realtà potremmo trovare all’interno.

Leggi anche: Cestini golosi di pasta sfoglia con prosciutto e besciamella: pronti in 5 minuti, per aperitivo, antipasto o cena sfiziosa

Di conseguenza, finiremmo per mangiare i vermi senza nemmeno rendercene conto. In realtà alcuni consumatori hanno anche ritrovato delle farfalline. Il motivo è semplice: i parassiti depositerebbero le uova nei cereali utilizzati per la pasta. Tali uova però potrebbero non essere annientate a dovere durante la fase di preparazione. Da qui, quindi, proseguirebbero il loro cammino fino ad essere imbustati insieme ai vari tipi di pasta. Il modo di produzione è quindi ciò che determina la presenza o assenza di esserini indesiderati.

È il Tenebrio Molitor il parassita che più si trova nella pasta. Arriva a deporre fino a 600 uova in pochissimo tempo. Se però i pastifici producono la pasta ad una temperatura superiore ai 100 gradi, il pericolo si evita facilmente. Anche conservare la pasta in dei ripostigli in cui la temperatura è molto alta presenta un rischio per la creazione di questi vermi ed animaletti. Considerando poi il caldo di questa estate, è bene prestare particolare attenzione. Sicuramente la loro presenza però non è dannosa per la salute, salvo alcune allergie. Per ricevere tanti altri consigli seguiteci anche sui nostri profili   Facebook  e INSTAGRAM 

pasta

Potrebbe interessarti

Related Posts

Lascia un commento