Amalfi. Bartolo Lauro “La sentenza sul Seminario sia punto di ripartenza”

amalfi.-bartolo-lauro-“la-sentenza-sul-seminario-sia-punto-di-ripartenza”

Amalfi. Dopo la sentenza che Positanonews ha pubblicato questa mattina sul Seminario ad Amalfi, pubblichiamo la riflessione di Bartolo Lauro, a lui Positanonews riconosce che è stato indomito in prima fila per non far sparire il prestigioso Turistico

Il Consiglio di Stato mette la parola fine ad una vicenda che mi ha ferito come genitore, cittadino e credente. Un impegno durato 10 anni che sembrava sfumato, ma ecco dei Giudici, sicuramente genitori come me, ristabilire la ragione, dando motivazioni che dovrebbero far riflettere chi ha posto ostacoli alla crescita formativa dei nostri figli: l’ex Seminario di Amalfi deve ritornare ad essere Scuola.

Questa sentenza deve essere un punto di ripartenza per capire che si deve investire sulla formazione, rilanciando la scuola di management in gestione dei beni culturali e del turismo. Solo con la formazione si può uscire dal cono d’ombra della disoccupazione, dei tanti disagi che questa meravigliosa Costiera Amalfitana vive per via della sua disorganizzazione.

Chiunque approvi quest’idea, oggi non deve sottrarsi dall’impegno di far riaprire il discorso tra la Regione Campania, Provincia di Salerno e la Curia Arcivescovile, affinchè si restituisca l’ex Seminario all’utilizzo di pubblica utilità. I fondi ci sono anche per ripagare lo sforzo economico e le perdite sostenute per la ristrutturazione dell’edificio.

Un ringraziamento doveroso lo rivolgo all’Amministrazione Comunale di Amalfi che, opponendosi nelle sedi competenti, apre oggi una nuova prospettiva per i giovani della nostra comunità ma, attenzione, adesso devono essere soprattutto i genitori a pretendere che l’ex Seminario ritorni ad essere l’anima del futuro: “l’obiettivo principale della scuola è quello di creare persone che sono capaci di fare cose nuove, evitando di far ripetere gli errori che altre generazioni hanno fatto”.

Questo giorno deve essere un punto di ripartenza e non di arrivo: riscriviamo il nostro futuro.