angela-celentano,-la-voglia-di-caffe-sulla-schiena-e-la-pista-sud-americana-–-positanonews

Angela Celentano, la voglia di caffè sulla schiena e la pista Sud Americana – Positanonews

Angela Celentano, la voglia di caffè sulla schiena e la pista Sud Americana Una bella ragazza con gli occhi e i capelli scuri, molto somigliante alle sue sorelle. Ecco come appare Angela Celentano in una nuova immagine che mostra come potrebbe essere oggi la bambina scomparsa sul monte Faito, in provincia di Napoli, il 10 agosto di ventisei anni fa. La foto è stata ottenuta grazie alla tecnica della age progression. «È stato utilizzato uno speciale software che ha invecchiato le foto di Angela da bambina utilizzando i tratti somatici della sua famiglia», spiega l’avvocato della famiglia Celentano, Luigi Ferrandino.

Una foto mostra come sarebbe oggi Angela Celentano

La foto ottenuta è così realistica che già stanno arrivando i primi risultati dopo la sua diffusione nei database dedicati alle persone scomparse e sui social network. Nelle scorse settimane, infatti, è stata individuata in un Paese dell’America Latina una ragazza incredibilmente somigliante all’immagine di Angela Celentano ottenuta con la age progression. Le indagini della famiglia e del team di esperti che la segue, tra cui il criminologo calabrese Sergio Caruso, si sono concentrate su questa «pista» e sono state scoperte cose molto interessanti.

La voglia di caffè sulla schiena

«Stiamo verificando se questa persona sia davvero compatibile con Angela Celentano», spiega l’avvocato Ferrandino a Vanity Fair, «per ora è emerso che questa ragazza, oltre ai tratti somatici, ha anche una voglia di caffè sulla schiena simile a quella che aveva la bambina scomparsa. Inoltre, questa persona ha una storia che non è molto chiara. Stiamo valutando tutti questi elementi e, una volta che avremo dati più concreti, procederemo con il test del dna».

I genitori: «La foto è realistica»

Gli accertamenti, dunque, procedono spediti. L’illusione di ritrovare Angela Celentano si fa sempre più forte. Nel frattempo, i genitori della bambina, Catello e Maria Celentano, non si arrendono. «In coincidenza con il ventiseiesimo anniversario della scomparsa di nostra figlia Angela», precisano, «esperti dell’Associazione Missing Angels Org, con sede in Florida, negli Stati Uniti, grazie ad uno speciale ed avanzato software hanno realizzato una age progression della sua immagine, che corrisponderebbe in maniera quasi reale alle sembianze che avrebbe oggi».

«La nostra emozione nel vedere questa immagine è stata forte, poiché la foto è veramente veritiera. Maria ha pianto», dice papà Catello, «per compiere questa progression sono stati utilizzati i tratti somatici di tutti i componenti della nostra famiglia, con particolare riferimento alle altre nostre due figlie Rossana e Naomi».

L’immagine diffusa in tutti i Paesi del mondo

Convinti dell’importanza dei social network nella ricerca di persone scomparse, Catello e Maria Celentano hanno affidato il coordinamento del loro team social a una esperta del settore, Virginia Adamo, presidente dell’Associazione Manisco World e amministratrice del gruppo Busco mi Familia Biològica, che si avvale della collaborazione di ben 80 associazioni internazionali. Grazie a questa collaborazione, si è raggiunto un accordo con il circuito bancomat Atm, che ha pubblicato la foto di Angela Celentano in decine di Paesi in tutto il mondo. Da qui la miriade di segnalazioni ricevute, tra le quali quella della ragazza dell’America Latina con la «macchia di caffè» sulla schiena simile a quella di Angela Celentano. A questo punto, oltre a far girare il più possibile la nuova foto, non resta che aspettare che le «indagini» della famiglia facciano il loro corso.

. I genitori Catello Celentano e Maria stanno completando ulteriori accertamenti e se il responso sarà positivo proseguiranno a richiedere la prova del Dna.

La piccola Angela aveva 3 anni il 10 agosto 1996 quando svanì nel nulla sul monte Faito mentre era in gita con il papà Catello, la mamma Maria e le due sorelle Rosa e Noemi. La famiglia era con un gruppo parrocchiale: «Mia figlia camminava dietro di me, mi sono girato ed era sparita» racconta il padre rivivendo ancora quei drammatici momenti. Inutili le ricerche che andarono avanti per giorni e setacciarono ogni angolo del monte. Alla fine, non restò che arrendersi. Di cosa sia successo quel giorno Celentano ha un’idea certa, che la piccola sia stata scelta a caso: «L’idea che ho oggi e la stessa che avevo 26 anni. Così come penso che, se al posto suo ci fosse stata un’altra bambina o bambino, non sarebbe cambiato nulla per i presunti rapitori». La famiglia pensa che con molta probabilità Angela sia stata portata all’estero.

ì

La segnalazione dal Sud America, presto il Dna

In 26 anni Catello e Maria non hanno mai smesso di cercare Angela. Sono state tante le segnalazioni pervenute, ma nessuna si è rivelata vera. L’ultima arriva dal Sud America: «C’è una ragazza che assomiglia a nostra figlia. Stiamo verificando una serie di elementi prima di procedere, qualora dovesse esserci un riscontro positivo, col test del Dna» spiega Catello. L’immagine di come dovrebbe essere oggi Angela (30 anni) è stata realizzata dall’associazione Missing Angels Org che ha usato un software di age progression a partire dal volto della bambina, elaborando anche i tratti somatici dei familiari. La foto è stata poi diffusa sui social e sui database dedicati a persone scomparse.

Related Posts

Lascia un commento