collettivo-hacker-(re)inventa-il-ddos-per-esseri-umani:-bot-che-telefona-agli-ufficiali-russi

Collettivo hacker (re)inventa il DDoS per esseri umani: bot che telefona agli ufficiali Russi

Collettivo hacker (re)inventa il DDoS per esseri umani: un bot che telefona agli ufficiali Russi. Quel genere di scherzo da cui l’hacking moderno è partito. Nelle sue vesti di “Phreaking”, ovvero “Phone hacking”.

Telefonare a qualcuno, spesso da telefoni a gettoni o “scroccando” i soldi della chiamata dirottando la chiamata da un numero verde a un numero a pagamento, oppure addebitando la chiamata a imprenditori o altri soggetti convenzionati. Questo un tempo era hacking, ed hacking per “necessità”: molti all’epoca giovani hacker non avevano i soldi per permettersi continue interurbane, e si arrangiavano scroccando. Ovviamente, pur sapendo quanto illegale fosse.

Aperta tale possibilità, col telefono potevi fare di tutto: collegarti a BBS e scaricare programmi, telefonare ad un amico lontano, o dedicarsi a tutti gli scherzi telefonici che il tuo cuore suggeriva perché tanto non avrebbero pesato sulla tua bolletta.

Mentre gli hacker russi minacciano le nazioni ostili di “uccidere i loro server” mediante DDoS, un collettivo hacker contrario alla Russia attacca direttamente il tempo di militari e ufficiali russi.

Collettivo hacker (re)inventa il DDoS per esseri umani: bot che telefona agli ufficiali Russi

La teoria alla base del collettivo “The Obfuscated Dreams of Scheherazade”, i “Sogni Offuscati di Scheherazade” è la stessa. Il collettivo trae il suo nome da un gioco di parole decisamente nerd: i “sogni offuscati” si riferiscono sia ai racconti de “Le Mille e Una Notte” che all’”Offuscamento”, una tecnica di pirateria informatica per cui si copia un programma ma “spostando” parti del codice in modo che la copia non sia del tutto ovvia. Sostanzialmente una versione moderna di “Copia, ma non fare vedere che hai copiato”

E la loro strategia rimanda ai quei tempi: bombardare di chiamate generali e ufficiali russi sulla base del fatto che “se sono occupati al telefono, non possono ordinare il lancio delle bombe”.

Uno scherzo da poco conto, ma che moltiplicato per 5000 telefonate solo nel primo giorno di attività diventa l’equivalente di un attacco DDoS umano.

Gli esseri umani non possono essere mandati in crash, ma possono essere rallentati, frustrati e vedere il loro strumento di comunicazione ostacolato da una serie di articolate chiamate di gruppo, con tanto di bot interattivo per consentire a eventuali utenti di collegare ufficiali con generali, servizi stampa con Cremlino e così via. In una serie di numeri in crescendo.

Foto di copertina: gli scherzi telefonici a Boe, nei Simpsons.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

ATTENZIONE – L’articolo verrà successivamente completato con un FACT-CHECKING COMPLETO, ma per ora presenta un TAG PROVVISORIO con le informazioni fino ad ora raccolte per bloccare la viralità di eventuali bufale. La metodologia è spiegata nella seguente sezione: https://www.bufale.net/fact-checking-prearticoli

Related Posts

Lascia un commento