festa-di-madonna-a-reggio-calabria,-la-protesta-dei-commercianti-contro-il-comune:-“mai-stati-convocati”

Festa di Madonna a Reggio Calabria, la protesta dei commercianti contro il Comune: “mai stati convocati”

Foto Salvatore Dato

Festa di Madonna a Reggio Calabria, la protesta dei commercianti contro il Comune: “non siamo stati mai convocati per esprimere le nostre esigenze e dare il nostro contributo”

“Oggi sono venuto a conoscenza, tramite una comunicazione del Signor Salvatore Alessandria presidente commercianti, di un grande disagio degli stessi, in prossimità delle feste mariane non hanno avuto nessuna comunicazione o convocazione, da parte degli uffici competenti, per organizzare il lavoro nel migliore dei modi per offrire ai cittadini ottimi servizi nei giorni della festa più importante della nostra città”, è quanto comunica il consigliere comunale Antonino Caridi. Di seguito la lettera integrale:

“Caro sindaco, assessori e dirigenti di Reggio Calabria,

In qualità di presidente dei commercianti, vi scrivo per esprimere tutto il nostro disappunto sulla gestione della festa di Reggio, in particolare mi riferisco alla vostra indifferenza verso le nostre esigenze e alla vostra incapacità di capire quanto tempo occorre a noi commercianti per preparare una festa di queste dimensioni. Non siamo stati mai convocati per esprimere le nostre esigenze e dare il nostro contributo. Al posto nostro sono state convocate associazioni di “mercatari” che non rappresentano i commercianti che fanno fiere feste e sagre. Io personalmente collaboro da 25 anni con il comune di Reggio Calabria e mai mi sono trovato in difficoltà come quest’anno. A meno di 20 giorni dalla festa, non è stato ancora pubblicato il bando. Ma vi rendete conto che siamo ad agosto? Non abbiamo il tempo tecnico per portare avanti le pratiche in quanto, come ben si sa, nel mese di agosto quasi tutti i commercialisti vanno in ferie. Da qui si denota la vostra mancanza di programmazione e di attenzione. Sembra quasi che siamo un peso per voi. Non sarebbe più opportuno dirlo apertamente e giocare a carte scoperte? A queste condizioni, paradossalmente, sarebbe meglio non fare la festa in modo che NOI possiamo organizzare il nostro tempo in città in cui l’organizzazione funziona bene e VOI sareste liberi da questo peso. Oltre lo schermo del vostro pc, ci sono persone che hanno delle esigenze e delle problematiche che non riuscirete mai a comprendere se continuerete a cercare risposte esclusivamente dal confronto tra di voi. Dovreste fare domande alle persone che operativamente svolgono quel lavoro e che conoscono tutte le difficoltà e le criticità. Spero che questo mio sfogo riesca a farvi capire tutto il lavoro che c’è dietro alla preparazione di una festa e tutto il tempo di cui necessitiamo per predisporre tutto quanto necessario”.

Salvatore Alessandria e i Commercianti di Reggio Calabria


Related Posts

Lascia un commento