il-ritrovamento-della-donna-vampiro-in-polonia-sta-creando-confusione-ed-imprecisioni

Il ritrovamento della donna vampiro in Polonia sta creando confusione ed imprecisioni

Si parla tanto in queste ore di un presunto ritrovamento della donna vampiro in Polonia, alla luce di alcuni oggetti posti accanto o sul corpo della donna. Premesso che si tratti di una donna vissuta nel XVII secolo, anche oggi pare ci siano imprecisioni varie che non emergono dai vari titoli delle testate che hanno deciso di affrontare la questione. Anche quelle di un certo spessore, evidentemente alla ricerca di un approccio “ad effetto” per la vicenda che necessariamente incuriosisce tante persone oggi.

Perché il fantomatico ritrovamento della donna vampiro in Polonia sta creando confusione in rete

Quando si parla di donna vampiro, ci torna in mente una vecchia storia che abbiamo esaminato in passato sul nostro sito. Anche in quel caso si sono rivelate opportune delle precisazioni da parte del team. Per quale ragione affermiamo che, in queste ore, il presunto ritrovamento della donna vampiro in Polonia starebbe creando confusione ed imprecisioni tra gli utenti che stanno leggendo determinati titoli in rete? La questione è molto semplice.

Da un lato c’è chi parla di donna vampiro, in quanto la falce posta sul collo secondo alcune letture sarebbe stata collocata in quella posizione, temendo che la persona defunta potesse risvegliarsi e terrorizzare la popolazione locale. Collocandola lì, in caso di corpo resuscitato, la donna in questione sarebbe rimasta ferita o decapitata. Esclusivamente simbolico, invece, il lucchetto posto sul pollice sinistro.

Fatta questa premessa, è importante prendere in considerazione anche l’altra interpretazione fornita da Daily Mail, che va in direzione opposta rispetto a quella della donna vampiro. In particolare, si afferma che a volte la falce era collocata sul corpo delle donne quando venivano seppellite per una ragione ben precisa, visto che proteggeva quelle in gravidanza. Oltre ovviamente i bambini e i morti da quelli che venivano considerati spiriti maligni. Insomma, qualche forzatura di troppo sulla donna vampiro.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

ATTENZIONE – L’articolo verrà successivamente completato con un FACT-CHECKING COMPLETO, ma per ora presenta un TAG PROVVISORIO con le informazioni fino ad ora raccolte per bloccare la viralità di eventuali bufale. La metodologia è spiegata nella seguente sezione: https://www.bufale.net/fact-checking-prearticoli

Related Posts

Lascia un commento