In Sri Lanka si lavora per rimuovere le microplastiche dalle spiagge dopo l’incendio della portacontainer – Video

in-sri-lanka-si-lavora-per-rimuovere-le-microplastiche-dalle-spiagge-dopo-l’incendio-della-portacontainer-–-video

Una squadra di Oil Spill Response sta aiutando a ripulire tonnellate di granuli di microplastica depositati sulla costa che provengono dalla nave portacontainer affondata, al largo della costa dello Sri Lanka, dopo aver bruciato per quasi due settimane. Il gruppo sta monitorando anche la possibile fuoriuscita di petrolio dal relitto. La stima è di quasi 300 tonnellate di olio combustibile che potrebbero essere ancora nei serbatoi di carburante.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it