l’arpac-sconsiglia-il-bagno-al-lido-mappatella:-“colibatteri-dieci-volte-il-consentito”

L’Arpac sconsiglia il bagno al Lido Mappatella: “Colibatteri dieci volte il consentito”

L’Arpac “sconsiglia” la balneazione nel mare di Napoli. Come si legge sul portale, nella acqua del Lido Mappatella e della costa di Posillipo sono presenti enterococchi intestinali in una concentrazione dieci volte quella consentita dalla legge per la balneabilità, e escherichia coli cinque volte oltre il limite. In parole povere, scarichi fetali.

I rilevamenti dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale della Campania risalgono allo scorso 19 luglio. Nelle aree analizzate sono state rinvenute notevoli quantità di schiuma densa e marrone. Si tratta, in realtà, di zone classificate di solito in modo positivo. Da chiarire, quindi, quale sia il motivo dei recenti risultati delle analisi. Una ipotesi potrebbe essere quella degli scarichi abusivi.

DAL NOSTRO ARCHIVIO | Mare inquinato, scatta il divieto di balneazione in un tratto di Licola [ARTICOLO 25/07/2022]

Divieto di balneazione a Licola in un tratto di mare di 899 metri, denonimanto Lido di Licola. La parte interessata va dall’alveo dei Camaldoli fino ai confini con il Comune di Giugliano. A firmare l’ordinanza di divieto è stato sabato il sindaco di Pozzuoli Luigi Manzoni, dopo i prelievi effettuati dall’Arpac. Nell’attesa che vengano fatte nuove analisi, il tratto di mare resta dunque interdetto alla balneazione.

Alberto Raucci

Alberto Raucci

Alberto Raucci, 27 anni. Dal 2018 collaboro con InterNapoli.it, diventando giornalista pubblicista (e conseguendo quindi il tesserino) nel 2020. Nel corso degli anni ho avuto modo di scrivere anche per AbbìAbbè, giornale online e mensile in carta stampata. Abile nella produzione e nel montaggio video.

Related Posts

Lascia un commento