l'ultimo-saluto-di-gragnano-ad-alessandro,-domani-i-funerali-del-13enne

L'ultimo saluto di Gragnano ad Alessandro, domani i funerali del 13enne

È iniziata all’obitorio di Castellammare di Stabia l’autopsia sul corpo di Alessandro, il ragazzo di 13 anni morto la settimana scorsa dopo essere precipitato da un balcone dell’abitazione dove viveva insieme ai genitori al quarto piano di uno stabile di via Lamma a Gragnano.

A darne notizia è l’avvocato Giulio Pepe, legale che difende il padre e la madre del ragazzo che secondo le indagini condotte dai carabinieri della stazione di Gragnano e dalla Procura di Torre Annunziata, col coordinamento della Procura dei minorenni, potrebbe essere stato oggetto di minacce e vessazioni ritrovate in alcune chat recuperate nel telefono in uso al ragazzo.

Secondo quanto si apprende, all’esame irripetibile, oltre ai consulenti della famiglia del ragazzo, sarebbe presente un altro avvocato in rappresentanza di alcuni dei sei soggetti (quattro minori e due maggiorenni) coinvolti nelle indagini. I funerali del giovane si terranno domani alle ore 11:00 nel chiostro di Sant’Agostino a Gragnano. (ANSA).

Il sindaco Nello D’Auria ha annunciato il lutto cittadino in occasione dei funerali del ragazzo.

Aggressioni, minacce e insulti da parte di 6 bulli: “Tra poco toglierò il disturbo”

Il 13enne sarebbe stato bersaglio di aggressioni, minacce, insulti e intimazioni a togliersi la vita, fino al punto da portare il ragazzo a scrivere alla fidanzata: “Tra poco toglierò il disturbo”. Sono finora sei, cinque minori e un maggiorenne, i soggetti identificati come presunti autori dei messaggi di insulti e minacce inviati sul telefonino di Alessandro, il 13enne di Gragnano morto giovedì scorso. Sul loro conto sono in corso approfondimenti, condotti di pari passo tra la procura di Torre Annunziata – che ha aperto un fascicolo ipotizzando il reato di istigazione al suicidio – e la procura del tribunale per i minorenni di Napoli. Sarebbero imminenti le iscrizioni nel registro degli indagati. Anche per consentire la nomina di periti di parte in vista dell’autopsia, la cui data è fissata per oggi alle 15.

L’ultimo messaggio inviato alla fidanzatina

Uno degli ultimi messaggi ad essere partito dal cellulare di Alessandro è quello inviato alla sua fidanzatina. In quelle poche parole potrebbe esserci l’addio del tredicenne. Morto giovedì scorso dopo essere precipitato dalla finestra dell’appartamento di famiglia posto al quarto piano di via Lemma. Quello che in un primo momento era stato ritenuto un incidente con il passare dei giorni assume connotazioni inquietanti. Ora la pista prevalente è che il ragazzo possa essere stato spinto a togliersi la vita. Dall’esame del suo telefonino emergono infatti gli insulti e le minacce che avrebbe subito da un gruppo di giovani cyberbulli. In uno di questi messaggi sarebbe stato scritto esplicitamente: “Ucciditi”.

Alberto Raucci

Alberto Raucci

Alberto Raucci, 27 anni. Dal 2018 collaboro con InterNapoli.it, diventando giornalista pubblicista (e conseguendo quindi il tesserino) nel 2020. Nel corso degli anni ho avuto modo di scrivere anche per AbbìAbbè, giornale online e mensile in carta stampata. Abile nella produzione e nel montaggio video.

Related Posts

Lascia un commento