Max Allegri e Ambra Angiolini, amore finito! Tapiro per lei, ramanzina per lui: “mamma tradita dopo 4 anni”

max-allegri-e-ambra-angiolini,-amore-finito!-tapiro-per-lei,-ramanzina-per-lui:-“mamma-tradita-dopo-4-anni”

Ambra Angiolini Foto di Claudio Onorati / Ansa

Max Allegri e Ambra Angiolini non stanno più insieme: confermata l’indiscrezione di “Chi”. Striscia la Notizia consegna un Tapiro d’Oro all’attrice, la figlia la difende sui social e attacca l’allenatore della Juventus

La storia d’amore fra Massimiliano Allegri e Ambra Angiolini è arrivata al capolinea. I due erano stati fotografati insieme lo scorso agosto, intenti a scambiarsi tenerezze in vacanza nella Costiera Amalfitana, poi qualcosa è andato storto. Allegri è tornato alla Juventus, Ambra sul set e non soltanto le due carriere professionali li hanno allontanati, c’è dell’altro. “Chi” aveva lanciato l’indiscrezione con un titolo inequivocabile “Max addio, è finita con Allegri“. Il giornale di Alfonso Signorini spiega in un’anticipazione: “è stato un colpo al cuore per l’attrice che ha provato a salvare il rapporto fino alla fine. Ma, dopo una lunga crisi, sembra che l’allenatore sia sparito“.

Striscia la Notizia non si è fatta scappare l’occasione per consegnare il Tapiro d’Oro all’attrice che, seppur provata dalla vicenda, ha provato a riderci su scambiando qualche battuta con Staffelli “lui (il Tapiro) non la lascerà mai sola“, “diciamo che almeno il Tapiro in casa a Milano entra?“. Chi invece ha speso parole molto serie è stata Jolanda Renga, figlia di Ambra Angiolini e Francesco Renga. La ragazza sui social ha scritto un duro messaggio rivolto all’allenatore della Juventus: “oggi la mia mamma ha ricevuto un Tapiro in seguito alla pubblicazione di vari articoli sulla fine della sua relazione, ma il motivo non mi è chiaro. So bene che, in quanto personaggio pubblico, secondo alcuni è giusto che la sua vita, anche quella privata, venga sbandierata ai quattro venti, ma è davvero necessario infierire? Perché venire da lei a Milano? Perché non andare a Torino? Perché si è fidata della persona con cui stava e con cui ha condiviso quattro anni della sua vita? Ed anche se, questa persona, alla fine si è rivelata diversa, la colpa è di chi si fida o di chi tradisce la fiducia e tradisce in ogni senso possibile? Cosa c’è di riprovevole o “perdente” nel fidarsi e nell’amare? Quando si gioca, si sta al gioco, sono d’accordo, ma questo non mi sembra il caso. E ditemi quello che volete, che sono pesante, che non so scherzare, che faccio questioni su problemi inesistenti, che i problemi veri sono altri, ma a me non fa ridere. La sofferenza delle altre persone non mi diverte. E sì, mi sento di dirlo perché c’è di mezzo la mia mamma, ma lo penso a prescindere“.