no,-nessuno-ha-aggiunto-i-colori-dell’ucraina-alla-bandiera-lgbt

No, nessuno ha aggiunto i colori dell’Ucraina alla bandiera LGBT

Nessuno ha aggiunto i colori dell’Ucraina alla bandiera LGBT: ma sappiamo che esiste una cospicua intersezione tra diversi mondo dei complottismo. Novax, incel e la loro redpill, Putiniani di ferro e altright, tutti riuniti assieme nei tratti che abbiamo imparato a vedere nella Cospirazione di QAnon.

Tra i quali una pruriginosa e praticamente adolescenziale fissazione per il sesso. Secondo una teoria diffusa purtroppo anche dalle TV di Stato Russe, gli Ucraini sono una banda di terroristi nazisti stregoni ed anche omossessuali.

Una fronda che unisce ogni genere di cospirazione vede lo scopo finale della NATO nel creare una nazione costruita sulla Magia Gay e i Biolaboratori NATO (altra bufala) dalla quale scaturiscano orrende malattie ed un esercito di omosessuali pronti a privare i maschioni russi della loro facoltà di avere coiti diffondendo femminismo e omosessualità.

Costringendo così la “manosfera”, gli “ultramaschilisti” russi ad una vita da incel e tutti gli altri a diventare omosessuali privati dei valori sovietici, afflitti dai vaccini e dall’Uomo Pangolino dei biolaboratori di Azovstal.

Non destano quindi sorpresa le bufale combinate che colpiscono la comunità LGBT: se per la propaganda combinata Putin-Altright-Nostalgico-Incel gli LGBT sono il male, allora deve essere vero che non solo gli Ucraini sono Terroristi Nazigay, ma l’intera comunità LGBT deve essere parte del complotto per sopprimere la (invero già abbastanza frustrata) virilità del “Maschio Beta Post-Sovietico”.

No, nessuno ha aggiunto i colori dell’Ucraina alla bandiera LGBT

Passiamo ora all’analisi del post pervenutoci, con un aiuto dei colleghi di Reuters Fact check

No, nessuno ha aggiunto i colori dell’Ucraina alla bandiera LGBT

Come fa notare l’analisi dei colleghi, tutto nel post trasuda un linguaggio volutamente alt-right, quello apparso ad esempio sul 4chan che ci ha regalato la Cospirazione di QAnon e i grotteschi tentativi di scatenare “cacce al trans” dando in pasto al pubblici i profili di transessuali a caso malamente spacciati per l’attentatore del Texas.

In primo luogo il faccione di “soyboy”, l’effige malamente disegnata che il “Maschio Beta” di 4Chan usa per descrivere (non senza un certo transfert) il “dem medio”.

Dove “Soyboy” sta per “Ragazzo alla soia”, unendo la teoria del vegetariano come infiacchito alla teoria patascientifica per cui il consumo di soia aumenti gli estrogeni rendendo chi la consuma un effeminato e infiacchito omosessuale. Categoria che, abbiamo visto il “maschio beta” odia ed aborre considerandolo causa della sua vita carica di frustrazione assieme alle donne che gli negano il coito

In secondo luogo il rebus/frase “clown world”: frase che gli alt-right/beta males hanno preso direttamente dall’immaginario cinematografico del Joker loro come simbolo.

Ovvero l’idea che i Dem abbiano creato un “mondo alla rovescia” che li rende oppressi, basato su valori che loro considerano grotteschi e, come il Joker cattivo di Batman che infligge violenze e punizioni a Gotham City per evidenziare la sua “alterità” rispetto all’ordine costituito fornito da Gordon e Batman, il “beta uprising” spazzerà tutti via.

Ad esempio si registra il caso di una lettura pubblica di libri per l’infanzia, tenuta da Drag Queen, interrotta da attivisti alt-right travestiti da clown per l’apposito scopo di deridere le relatrici.

Il tutto costituisce la falsa immagine di un’alleanza tra due mortali nemici dell’attuale Asse di Ferro alt-right/nostalgici della Cortina di Ferro/4chan/Putiniani/rossobruni/novax/incel.

L’Ucraina e la comunità LGBT.

Ovviamente, quella bandiera non esiste se non in quel meme, e va ricordato che in Ucraina vi è ancora una certa opposizione all’accettazione dei matrimoni omossessuali.

Situazione che potrebbe cambiare con l’ingresso in Europa, ma che nel frattempo fomenta le teorie del complotto della “NATO che omosessualizza i post-sovietici”, di cui post come questo sono intrisi.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Related Posts

Lascia un commento