“non-consumare”:-possibili-frammenti-di-plastica,-marmellata-ritirata-dal-mercato

“Non consumare”: possibili frammenti di plastica, marmellata ritirata dal mercato

Marmellata a rischio ma ancora non accertato. Il Ministero della Salute emana una nota di avviso per una possibilità di emissione del prodotto.

Marmellate confettura
Marmellate (instagram)

La leccornia che piace tanto ai bambini e immancabile sulla tavola della colazione: la marmellata. Un prodotto salutare e benefico al risveglio mattutino. In commercio ne esistono delle più disparate e di tante buone marche.

La vera marmellata è solo di agrumi. Infatti la percentuale di frutta presente nella bontà deve superare il 20%. La confettura è composta da tutti gli altri tipi con una presenza che supera il 35% del prodotto primo integro.

Noi amiamo fare di tutta un’erba un fascio e quindi le classifichiamo tutte sotto il solo ordine delle buonissime e versatili marmellate. Il prodotto per eccellenza a base di frutta, zucchero e tanta pazienza nel girare la composta.

Marmellata, un reclamo dal Ministero della Salute su un prodotto specifico

E’ notizia di poco fa di un’attenzione messa nei confronti della merce di una catena di negozi molto frequentata dagli italiani. Si tratta dell’Ikea, dove gli scaffali propongono questa prelibatezza offerto in vari gusti.

Marmellate frutta pericolo
Marmellate (instagram)

Il riferimento dell’ordinanza è diretta ad uno specifico che rientra nella lista delle marmellate di fragola bio. Il motivo è presto detto. Nella confezione c’è il rischio di trovarsi a contatto con dei frammenti di plastica.

E’ un’allarme contenuto in quanto ancora il lotto è in via di certificazione. E’ solo per evitare ulteriori danni che il Ministero si è fatto carico di questa responsabilità. Per ora è meglio seguire le direttive per evitare disagi alla propria salute.

L’Ikea è molto amato come marchio di fabbrica. Gode dell’interesse degli italiani che si sono sempre espressi al massimo su questo logo Made in Sweden. Di sicuro è solo un’atto cautelativo nei confronti dei clienti.

Meglio fidarsi della raccomandazione sul ritiro delle marmellate prese come oggetto di ipotesi pericolo sul consumo. Presto il settore della Salute darà importanti notizie su un possibile ripristino dell’allarme sul contenuto delle marmellate in questione.

LEGGI ANCHE–>Spiagge italiane, prezzi record: dalla più cara alla più economica. La classifica

LEGGI ANCHE–>Festa della Repubblica, perché e cosa si festeggia il 2 giugno?

Nelle avvertenze del richiamo, si legge: Si raccomanda di non consumare il prodotto riportante data di scadenza 2023-03-01, 2023-03-02, 2023-03-03 e 2023-03-28 e di riportarlo in negozio per ottenere il rimborso completo. Non è richiesta la prova d’acquisto (scontrino)

Related Posts

Lascia un commento