rapina-a-mano-armata-ad-aversa-per-15-euro,-vittima-una-coppia-di-diciottenni

Rapina a mano armata ad Aversa per 15 euro, vittima una coppia di diciottenni

Un bello spavento ad Aversa per una coppia di diciottenni. I due si trovavano in zona ippodromo quando sono stati avvicinati da due uomini, armati di pistola, che li hanno rapinati. A denunciare sui social l’accaduto il consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

Il racconto della rapina a mano armata a due diciottenni di Aversa

Sabato sera, intorno alle 23.30, in via dei Cappuccini ad Aversa – zona ippodromo – una coppia di diciottenni ha subito una rapina, ad opera di due soggetti di età compresa fra i 40 e i 50 anni. I ragazzi si trovavano in macchina, quando i due malintenzionati si sono avvicinati alla vettura. Uno dei due, sceso dallo scooter su cui si trovavano, estrae una pistola e con il calcio rompe il finestrino dal lato del passeggero, intimandogli di consegnare i loro averi. Alle prime resistenze, l’uomo armato non ha esitato a colpire – fortunatamente ancora con il calcio della pistola – la ragazza sul braccio, in modo tale che gli consegnasse il portafoglio. All’interno vi erano solo 15 euro e i documenti d’identità. In seguito, dato che il diciottenne non aveva con sé il portafoglio, i ladri hanno tentato di impossessarsi dell’automobile rubando le chiavi. A quel punto, però, il giovane è sceso dall’auto reagendo ai soprusi, mettendo in fuga i due malviventi.

Il commento del consigliere Francesco Emilio Borrelli in merito ai diciottenni rapinati

Non c’è scappato il morto, per fortuna, ma è necessario intervenire, agire, mettere un freno alla recrudescenza dei fenomeni malavitosi. I cittadini non sono più al sicuro, sono alla mercé di malviventi senza scrupoli che devono essere assicurati alla giustizia e devono pagare per il male che arrecano. Chiediamo punizioni severe e certezza della pena contro la deriva violenta”, così Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde a cui la coppia rapinata si è rivolta raccontando l’accaduto, che ha apprezzato la prontezza con la quale le vittime hanno sporto denuncia.

La dichiarazione dei due giovani in merito alla vicenda

Abbiamo avuto paura e temuto il peggio – hanno scritto in un messaggio al consigliere Borrelli i due ragazzi –  siamo rimasti traumatizzati. Vivere un’esperienza simile ci ha segnati. Una volta al sicuro non abbiamo avuto remore e subito abbiamo sporto denuncia ai carabinieri di Aversa”, hanno concluso i due diciottenni.

Francesca Mainardi

Related Posts

Lascia un commento